Vignola-Falesina

Missione Lisa, le onde gravitazionali si potranno ascoltare

A distanza di sei mesi dall'annuncio del via libera dell'Agenzia spaziale europea (Esa) alla missione Lisa nel 2034, sono stati pubblicati oggi sulla rivista Physical Review Letters i risultati finali della missione apripista Lisa Pathfinder sperimentale, che aveva come obiettivo quello di testare la fattibilità di un primo osservatorio di onde gravitazionali nello spazio. I dati sono stati raccolti e pubblicati dal gruppo del centro Tifpa dell'Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) e dell'Università di Trento (Laboratorio di gravitazione del Dipartimento di Fisica), con il sostegno dell'Agenzia spaziale italiana (Asi). La missione ha dimostrato, con i dati raccolti nel 2016, che il disturbo svolto nelle misurazioni dal rumore di fondo interno ed esterno può essere annullato e può essere così ricreato quell'ambiente "tranquillo", non perturbato, che serve alla misurazione delle onde gravitazionali da parte dell'osservatorio Lisa.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie